Calabria Wedding Location

Foto di StockSnap da Pixabay

Dal 21 al 24 settembre si è svolto il terzo appuntamento in Calabria di Undiscovered Italy Tour, il celebre format ideato e realizzato da Daniela Corti basato su un viaggio che consente di scoprire località italiane poco conosciute che per il loro fascino sono adatte ad ospitare grandi eventi come matrimoni o meeting internazionali.Con il patrocinio dell’Enit e in collaborazione col Tour Operator canadese Susan Barone di Luxury Weddings Worldwide e InStyleVacations, venti fra wedding e meeting planner nonché giornalisti, alcuni dei quali provenienti da altre nazioni, hanno visitato la Calabria, un territorio premiato durante l’estate scorsa da un grande successo di incoming, frutto di un grande sforzo auto-promozionale della filiera turistica locale che non si è arresa alla pandemia.

Il Villaggio Sporting Calabria, situato a Isca Marina sul tratto di mar Ionio conosciuto come Costa degli Aranci, è stato tra i primi siti ad essere raggiunto. La struttura è composta da 40 appartamenti suddivisi in bilocali e trilocali, tutti con entrata indipendente e dotati di balcone o veranda. A soli 200 metri dal complesso vi è una suggestiva distesa di spiaggia di fine sabbia bianca, luogo perfetto per i ricevimenti nuziali o anche per i matrimoni in spiaggia.

In Calabria con Undiscovered Italy Tour con l’obiettivo di mostrare ai partecipanti luoghi e location adatte alla celebrazione di matrimoni o a eventi internazionali.

Certosa di Serra San Bruno

Subito dopo i viaggiatori hanno visitato la Certosa di Serra San Bruno, un monastero certosino situato vicino all’omonima cittadina. L’imponente struttura, che risale al 1084, sorge in una idilliaca valle verdeggiante a circa 815 metri sul mare. Illustri avventurieri hanno raggiunto la Certosa nel corso dei secoli. In tempi recenti il sito è stato meta di pellegrinaggio, fra gli altri, di Papa Giovanni Paolo II, Papa Benedetto XVI e del Patriarca ecumenico di Costantinopoli.

La comitiva ha, poi, proseguito il viaggio raggiungendo il Museo del Bergamotto, sito che custodisce un’esposizione di strumenti che raccontano più di trecento anni di cultura, storia e tradizioni sull’agrume e il suo utilizzo. Il museo mostra, inoltre, una rassegna dell’archeologia industriale partendo dalle macchine da estrazione del Settecento per poi giungere a quelle decisamente più recenti degli anni Sessanta e del boom economico.

I bronzi di Riace

Nel tour non poteva mancare una sosta sul lungomare di Reggio Calabria, esteso più di un km ed abbellito da palmizi e specie vegetali estremamente variegate. Il viale è adornato da palazzi in stile liberty, monumenti commemorativi  e alcuni siti archeologici. Da qui è, inoltre, possibile assistere al feniomeno della “fata morgana” , un effetto ottico che consente di vedere le immagini ravvicinate della Sicilia riflesse dal mare. Nella stessa città è d’obbligo una visita al Museo Archeologico Nazionale che espone una delle più ragguardevoli collezioni di reperti provenienti dalla Magna Grecia. Qui sono conservati i celebri “Bronzi” di Riace.

Chi vuole allietare il palato in un ambiente di classe può fermarsi a “L’A Gourmet L’Accademia”, ristorante del celebre chef Filippo Cogliandro, noto alle cronache per le sue posizioni anti racket. Posizionato nell’antico Palazzo della Castelluccia, nel cuore di Reggio Calabria, l’elegante locale propone deliziosi piatti della tradizione culinaria del Mediterraneo preparati con materie prime reperite direttamente sul territorio.

Uliveto Principessa

Uliveto Principessa Park Hotel di Cittanova, in provincia di Reggio Calabria, è una struttura affacciata sul mar Ionio che comprende 56 camere, due parcheggi, una Spa, oltre a un vasto parco con piscina scenografica. Il fascino del’hotel è esaltato da un perfetto equilibrio fra comfort e stile che si mescolano alla perfezione con il paesaggio mozzafiato che lo circonda.

Castello degli Dei

Un’altra sosta è stata compiuta presso il ristorante Castello degli Dei a San Giorgio Morgeto. Il locale nasce dall’idea imprenditoriale dei fratelli Raso che, dopo varie esperienze, sono tornati nella loro terra d’origine creando una struttura architettonicamente molto suggestiva che richiama il periodo medievale ma che include le moderne e necessarie funzionalità. Il locale  si distingue per il servizio, l’originalità dei piatti e la freschezza delle materie prime.

Il viaggio- avventura ha successivamente fatto tappa nell’incantevole villaggio rupestre di Zungri, nel Vibonese, posizionato su un costone roccioso. Del suo nucleo fanno parte 500 case-grotta , l’una diversa dall’altra, che si affacciano sulla valle del torrente Malopera. Una scalinata scavata nella roccia attraversa tutti i livelli che compongono il villaggio.

I produttori

Serfunghi Calabria” è un’azienda nata nel 1964 per la commercializzazione di funghi freschi e semilavorati. Successivamente i figli del fondatore creano una ditta per l’invasamento e la lavorazione dei funghi raccolti nel massimo rispetto dell’ambiente e poi selezionati e lavorati con cura seguendo le più antiche ricette calabresi. Ampia la gamma di prodotti offerta: antipasti, patè, salse, spezie e altre prelibatezze.

Borgo dei Vinci” è un’azienda casearia che produce formaggi e latticini utilizzando il latte dei pascoli di Monte Poro. Le erbe aromatiche di questo monte conferiscono ai prodotti un sapore che si trova solo in quest’area. Non solo. Perché la stessa azienda unisce diversi elementi, come il peperoncino e la ‘nduja, per creare un ulteriore capolavoro culinario.

“L’Azienda Agrituristica Caridà” della famiglia Mazzitelli produce il pecorino del Poro, un vero e proprio tesoro che rafforza la territorialità del formaggio di Zaccanopoli, il piccolo paesino collinare su cui sorge l’azienda.

Le parole di Daniela Corti

“La Calabria si conferma una delle regioni più attive e proattive dell’Italia 2020, inarrendevole nel volersi offrire in tutta la sua ricchezza, meravigliosa come sempre nel verde delle sue valli, nell’abbondanza delle sue tradizioni e nell’incanto del suo mare. Un sogno per ogni evento, non solo per i matrimoni”.

Testo di Gabriele Laganà|Riproduzione riservata © Latitudeslife.com

Informazioni utili:

Oltre che dall’Enit, l’itinerario in Calabria è stato patrocinato dalla Camera di Commercio di Vibo Valentia. Partner per i servizi di terra è stato Antoior Travel. La copertura mediatica locale è stata di LaC Tv.